Ermes-MaiolicaDott. Ermes Maiolica, metalmeccanico ternano noto soprattutto come il re delle fake news, cane sciolto punk e cosmopolita, passato dalla passione per la grafica alla creazione di una propria linea di T-shirt, dalla collaborazione con Frigidaire ed il Male alle luci della ribalta del web, e non solo. Fondatore della Faketory, un movimento artistico realistico e situazionista, un’idea d’arte impopolare e goliardica che mira a riprodurre le dinamiche innescate dalla spettacolarizzazione della politica e dell’informazione con il fine di farle implodere in modo spontaneo, rendendo consapevoli i lettori della mistificazione di cui si alimentano quotidianamente. Dal 2014 è divenuto il personaggio simbolo della cultura della post-verità. Le sue scorribande nella rete lo hanno reso molto noto ai più come l’inventore delle fake news più virali degli ultimi anni: dai falsi concorsi on-line banditi da Wolkswagen agli scandali politici che hanno fatto da scenografia del referendum costituzionale, obbligando lo stesso Renzi a ad una smentita e facendo emergere la necessità che la società digitale si interrogarsi su se stessa. Da questa esigenza di un’elaborazione concettuale sono nate numerose interviste sulle principali riviste on-line, fino a quando, la gravità della questua e la posta in gioco non hanno portato anche i media tradizionale, quotidiani e tv, a cercare nella sua attività la fisionomia di veri e propri esperimenti sociali sui quali riflettere per interrogarsi sul significato di verità ed informazione nell’epoca post-moderna della rete. Reduce da un convegno svoltosi alla Università Bicocca di Milano, si presenta in voi con un libro in cantiere e con la voglia di condividere la sua esperienza e dialogare su Post verità, bufale, marketing e disinformazione nel web

Ospiti