Dopo anni di lavoro di segreteria, ad un certo punto della mia vita mi sono trovata di fronte ad un bivio: la proposta di un lavoro sicuro, tranquillo, semplice e forse anche con uno stipendio certo, oppure la nuova sfida di Kibo.
La mia passione per l’ambito agroalimentare e probabilmente l’incoscienza che talvolta mi caratterizza, mi hanno fatto scegliere di accettare la scommessa di Kibo. Nonostante le difficoltà e gli ostacoli che si incontrano quando ci si lancia in nuove avventure, soprattutto quando si ha a che fare con realtà agricole talvolta molto piccole, non mi sono mai pentita, nemmeno per un giorno, di aver fatto questa scelta. Ad oggi mi ritrovo ad essere vicepresidente di un consorzio agroalimentare che in un anno ha avuto una crescita esponenziale e che vanta richieste di replica in altre città d’Italia.

Ospiti